Come ha impattato l’uso della tecnologia negli eventi?

Si sente sempre più spesso parlare di “offrire al consumatore una user experience rilevante” e per raggiungere questo obiettivo le aziende ricorrono sempre in maniera crescente all’utilizzo e l’integrazione della tecnologia nell’evento stesso.

 Ovviamente non basta “usare la tecnologia” ma occorre usarla in maniera adeguata al target a cui intendiamo rivolgerci. Quando si parla del target di riferimento non possiamo esimerci da considerare che ci rivogliamo alle famose 5 generazioni definite come: Generazione Alpha (2010 +) Generation Z (2000 – 2010), Millenials (1980-2000), Generation X (1965-1980) e Baby Boomer (1945-1965).Ognuna di queste categorie delle quali ha avuto, come ovvio, un percorso diverso nei confronti dell’apprendimento tecnologico e il loro utilizzo. Questa considerazione porterà, come ovvio, una o più differenti strategie che potrebbero richiedere differenti tecnologie da applicare per ogni evento.

Al netto dell’organizzazione “classica dell’evento” occorre essere il più possibile in sintonia con il brand ed il target primario di riferimento questo si traduce anche nella scelta di sistemi video adeguati (wall interattivi, schermi touch screen, ologrammi, mappature, app con dei video interattive, VR, ecc.)

Sappiamo per certo che il successo di un evento e la sua memorabilità si misura anche sulla capacita che lo stesso sia attrattivo per il nostro target e che questa cosa lo spinga a comunicarlo sui loro canali social.

Per esempio se il nostro target primario di riferimento fossero individui appartenenti alla generazione Z, gli studi ci dicono che odiano il marketing diretto e volgono interesse a ciò che il marchio vuole comunicare sentendo una connessione tra loro ed il brand.

Per questo creare forme d’intrattenimento tramite un’app, o grazie all’utilizzo di dispositivi VR con contenuti inediti potrebbe diventare per questa generazione fonte di interesse che li stimoli a condividere l’evento.

Altri elementi che interessano molto sono contenuti fotografici e video animati da postare direttamente sui social degli utenti.

Riassumendo, per una generazione Z con quasi l’80% di utenti su TikTok e amanti del formato video, possiamo, per esempio, offrire loro una location dove poter portare a termine un challenge che include il prodotto dell’azienda e l’opportunità di pubblicarlo direttamente.

Passando ad analizzare la generazione dei Millennials, potrebbe essere ottimale fornire una fotoricordo creativa che viene prodotta tramite app personalizzata, con la possibilità di pubblicare direttamente sui profili social degli utenti.

 

Ricordiamo che questi sono solo alcuni esempi, diretti e semplici, per utilizzare la tecnologia come veicolo per la user experience e per il successo dell’evento. L’obiettivo sarà quello di creare un rapporto diretto tra gli utenti ed il prodotto dell’azienda, sottolineando l’importanza della condivisione social da parte dei consumatori in modo organico, facendo in modo che diventino così veri e propri Ambassador del marchio. L’evento fisico non potrà mai essere sostituito del tutto dalla tecnologia, ma allo stesso tempo al giorno d’oggi è diventato imprescindibile il suo utilizzo e non sfruttare queste o altre tecnologie nel nostro evento, ci farà perdere l’opportunità di comunicare con le nuove generazioni, restando al passo con i tempi, attraverso un linguaggio sempre nuovo ed innovativo. Affidati sempre a professionisti del settore per il tuo progetto, così da creare nuovi lead per la tua azienda!

Share This